Cremona,  Luoghi,  Luoghi della Lombardia

CREMONA: Un tour rapido ma unico nel suo genere

In questa breve descrizione vogliamo proporre un modo unico per visitare Cremona.

Cremona è una città lombarda di circa 72 000 abitanti  al confine con l’Emilia Romagna.

 

IL “NUOVO MODO” DI SCOPERTA

Appena giunti in città, la nostra idea era quella di rimanere nella zona del centro e scattare qualche foto agli edifici , ai monumenti e alle chiese.

Il tutto doveva essere fatto dall’esterno ed entrare solo dove era gratuito.

Ad un certo punto, mentre cercavamo di immortalare il “Torrazzo”, una voce ci fermò e ci disse che la foto sarebbe venuta meglio se scattata dal piano rialzato del municipio.

Dopo questa frase, uno di noi rispose scherzosamente all’anziano “Perchè lei ha le chiavi?” e l’ometto in modo fiero disse “Si!, io entro ovunque”.

Da qui l’inizio del nostro viaggio con Sandrino il quale  ci avrebbe permesso di vedere le meraviglie di Cremona. Però non pensiate che siano state solo quelle note a tutti ma bensì quelle sconosciute e che solo un vecchio postino come lui avrebbe potuto conoscere perfettamente.

IL MUNICIPIO

Per fotografare il Duomo e il Torrazzo siamo entrati nel palazzo comunale, un palazzo del 1200 costruito con una struttura tipica del broletto lombardo.

La facciata del palazzo ha tre fasce orizzontali rappresentate dal portico gotico con archi a sesto acuto, dalle sei finestre  e dalla linea di gronda ad archetti racchiusa infine dalla merlatura.

Dal’ 400 sono stati fatti dei lavori che hanno dato alla struttura l’aspetto attuale.

Nelle sale di rappresentanza sono  raccolti molti dipinti che arrivano dalle chiese di Cremona che non esistono più.

I Palazzi “Nascosti”

Usciti dal municipio, Sandrino ha voluto portarci alla scoperta di palazzi che il comune visitatore non riuscirebbe a notare.

Palazzo Mina-Bolzesi

Il primo palazzo che la nostra guida ci ha fatto visitare è un edificio dei primi anni dell’800.

La facciata è in stile Impero con numerosi bassorilievi che rappresentano le gesta di personaggi legati alla città.

Attualmente il palazzo è di proprietà privata e non è sempre possibile entrarvi.

Pur avendo perso lungo i secoli molte opere che erano al suo interno riesce a mantenere la sua importanza dal punto di vista storico e architettonico.

 

LA CHIESA DI SANT’AGATA

 

la tappa successiva del nostro giro è stata la chiesa di Sant’Agata.

Questa chiesa fu edificata con architettura romanica la quale è testimoniata dal campanile, mentre la parte centrale è frutto di una modifica neoclassica della struttura originale.

All’interno si possono vedere numerosi affreschi che rappresentano eventi della vita di Sant’Agata. Questi dipinti più recenti hanno coperto totalmente, o in parte, affreschi di epoche più antiche.

 

LA LIUTERIA INTERNAZIONALE

La successiva tappa del nostro tour improvvisato è stata una liuteria nella quale lavoravano con diligenza due ragazzi giapponesi che ci hanno spiegato in cosa consiste il loro mestiere.

Questi due ragazzi venuti dal lontano oriente, grazie agli insegnamenti di un maestro lituaio hanno imparato ad ottenere, secondo i Canoni dello Stradivari, degli ottimi strumenti.

MUSEO DEL VIOLINO

Complice il fatto che avevamo lasciato l’auto nelle vicinanze del Museo, la nostra guida ha insistito perché entrassimo almeno a vedere l’ingresso del Museo che uno dei vanti di Cremona.

La nostra visita si è limitata solo all’atrio dell’edificio ed a una targa commemorativa vicino alla quale abbiamo immortalato la nostra guida.

LA GUIDA

La nostra guida è stata un arzillo vecchietto della città che, senza chiederci nulla, ci ha portato in giro a scoprire le bellezze di Cremona.

Grazie alla sua esperienza di postino ci ha fatto girare zone a molti sconosciute e in breve tempo.

Alla fine è stato utile sia a noi che a lui: noi abbiamo visitato una città, lui ha potuto come ci ha confidato “essere soddisfatto per aver reso un servizio”.

Ci siamo lasciati con la promessa di tornare nel periodo caldo perché Cremona ha ancora molto da mostrare.

GALLERIA

MAPPA

LINK

Luoghi della Lombardia

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: