Bolzano/Bozen,  Luoghi,  Trentino Alto Adige

Curon Venosta e il lago Resia

LOCALIZZAZIONE

Curon Venosta è un piccolo borgo montano di circa 2500 abitanti della provincia autonoma di Bolzano in Alto Adige.

Situato nell’alta Val Venosta,Curon, confina nella parte occidentale con la Svizzera (Cantone dei Grigioni e Engadina), nella parte settentrionale del comune si trova il Passo Resia, confine geografico con l’Austria.

La vicinanza con l’Austria e il passato dominio,fanno si che circa il 98% degli abitanti della zona siano di madre lingua Tedesca.

Curon è famoso per il Lago Resia, (il bacino più grande della provincia di Bolzano) e il suo campanile sommerso.

curon_prima

STORIA

Il lago Resia ha una storia abbastanza controversa che ha segnato nel passato le relazioni tra gli abitanti di Curon e lo stato italiano.

Dai primi anni del 900, nacque l’idea di sfruttare la zona  per creare un grande lago artificiale per la produzione dell’energia elettrica.

Fino alla fine degli anni 30, questa rimase solo un’idea.

curon4
La politica autarchica del regime fascista, portò una siginificativa accelerazione nella creazione di questa diga.

I lavori cominciarono nel 1939, furono sospesi a causa dello scoppio della seconda guerra mondiale, ripresero nel 1946 con gli aiuti svizzeri e terminati nel 1949.

Oltre ai problemi logistici legati alla mancanza delle materie prime nella zona, la localizzazione di Curon Venosta e parte della frazione di Resia erano di grande ostacolo per l’unione dei laghi naturali di Resia e il Lago Curon.

Per sopperire all’assenza di materiale da costruzione , si fece arrivare legname e cemento da tutto il resto di Italia.

Per quanto riguarda la soluzione alla problematica dell’ubicazione dei paesi, si decise di radere al suolo Curon e in parte Resia e ricostruirli più in alto.

La costruzione di questa opera fu vista come un torto alla popolazione locale da parte di Roma.

curv

SPORT

Ai giorni nostri, questo magnifico lago è un luogo dove si possono praticare numeorsi sport acquatici come canoa e, grazie alla posizione ventilata, wind surf.

Il vento soffia dal gruppo dell’Ortles Cevedale.

Chi ama la bici può usufruire della pista ciclabile che costeggia il lago

In inverno, sulla superificie ghiacciata del lago, si pattina.

curon3

GALLERY

MAPPA

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: