Itinerari,  Lecco,  Ricette Lombarde

Da Varenna a Bellano sul sentiero del viandante

Raggiungiamo il sentiero del viandante…

Per la consueta gita fuori porta abbiamo deciso di raggiungere la bella Bellano dall’altrettanto magnifica Varenna. Due località alquanto turistiche e costose, ma ancora a tratti meravigliosamente incontaminate.

Decidiamo quindi di lasciare la nostra auto alla stazione ferroviaria di Varenna (parcheggio costoso a €1,50 /h ) per raggiungere il sentiero del viandante. Un sentiero naturale e silenzioso che permette di ammirare il lago dall’alto in tutto il suo splendore.

Per andare a prendere il sentiero del viandante, scendiamo la scalinata che si trova sulla destra della stazione. Qui un cartello stradale indicherà di proseguire sotto un ponte verso il “sentiero del viandante”.

Il primo tratto è tutto in salita, infatti il sentiero del viandante è per lo più posto in alto rispetto ai paesi che attraversa. Saliamo perciò lungo dei sentieri pedonali che intersecano i tornanti della strada carrabile.

Ad un certo punto, una volta che ci si ritrova sulla strada asfaltata, si sale per un tornante e infine si prende “via cava alta”. (Attenzione! Il percorso non è ben indicato e solo l’intervento di una signora molto gentile ci ha permesso di non perderci per Varenna).

Risalendo questa via, incontrerete prima un bel vedere (da cui è possibile scattare belle foto panoramiche di  Varenna) e in seguito si risale per il bosco, raggiungendo finalmente il vero e proprio sentiero del viandante!

Il sentiero del viandante

Il sentiero del viandante risale all’epoca napoleonica ed è stato per lungo tempo l’unica via di comunicazione tra la città di Milano e le montagne. Oggi viene utilizzato principalmente dagli escursionisti per svagarsi e perdersi nel silenzio delle sue vie poco battute. Il sentiero parte in realtà da Abbadia Lariana e raggiunge Colico passando tra i colli che sovrastano il lago di Lecco. E’ possibile dividerlo in cinque o più tappe, ma per chi come noi si diletta a farne un pezzo ogni tanto, si presta perfettamente per una gita pomeridiana al di fuori della confusione cittadina.

Da che parte andare

Una volta raggiunto il viandante, bisogna proseguire sulla sinistra. Invece andando verso destra si va verso il Castello di Vezio e poi si prosegue in direzione Abbadia Lariana. Noi prendiamo la direzione opposta: Destinazione “Orrido di Bellano”.

Il sentiero, per gran sollievo delle nostre povere gambe, da questo tratto in poi inizia a discendere fino a raggiungere il lago nell’ultima sua parte. Incontrerete quindi un santuario e dovrete quindi scendere la scalinata, poi proseguite sulla destra fino a raggiungere il successivo tratto nel bosco.

Infine, vedrete una cappelletta panoramica e la chiesa, qui sarete ormai a Bellano. Sempre scendendo le scale, raggiungerete facilmente l’Orrido di Bellano.

Il sentiero, come potrete notare voi stessi, è molto semplice e adatto proprio a tutti. Sarà facile rilassarsi mentre si percorrerà il suo lastricato senza troppi pensieri in testa: Il percorso è infatti ben segnato con segnaletica sia verticale che orizzontale con un bel colore arancione e ben visibile. Molto adatto al periodo estivo, poiché prevalentemente boschivo e sempre fresco. Persino nelle giornate più torride.

L’orrido di Bellano

Dalla Chiesa di Bellano, posta in un punto panoramico, si discende la scalinata e sulla sinistra (un po’ nascosto) si vedrà l’ingresso all’orrido di Bellano. Purtroppo un po’ caruccio (€4 a persona per un ingresso intero). Si tratta di un luogo fresco e molto interessante dal punto di vista naturalistico, purtroppo un po’ troppo “addomesticato”. Si tratta di un canyon formato dal torrente Pioverna, che man mano ha eroso la roccia con le sue forti e rapide acque. Cascate, acque turbolenti e spiaggette di ghiaia si intravedono dall’alto dei camminamenti lungo le rocce. Vedrete acque limpide che improvvisamente divengono turbolente. Passeggiate e godetevi il fresco:  Riposatevi qua e là sui muretti e le panchine.

 

 

 

Il ritorno

Riscendiamo quindi verso il centro di Bellano e passeggiamo infine sul lungo lago, magari con un bel gelato in mano. Per il ritorno, abbiamo deciso di prendere il treno che dalla stazione di Bellano ci porta in cinque minuti indietro a Varenna. Il biglietto intero di €1,40 ci farà risparmiare una bella sfatica. Prendiamo infine la macchina e torniamo a casa.

Proprio una bella gita: Considerate all’incirca tre ore per percorrere tutto l’itinerario descritto (visita veloce all’Orrido compresa) e buon divertimento!

 

GALLERIA

MAPPA

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: