Brescia,  Luoghi,  Luoghi della Lombardia

Desenzano del Garda: la capitale del lago

Introduzione di Desenzano

Desenzano è un paese della provincia di Brescia, situato nella parte meridionale del  lago di Garda in prossimità di Sirmione.

Questa cittadina, nota  anche come la capitale del lago grazie alle sue dimensioni, deve la sua fama come meta turistica ai suoi numerosi negozi, ai locali,  alle spiagge e alle sua ricchezza culturale. Proprio su questo ultimo punto focalizzeremo la nostra attenzione.

Il Museo archeologico

In questo museo sono raccolti i reperti e manufatti rinvenuti sulle rive meridionali del lago di Garda, risalenti alla preistoria.

Questo museo è noto anche per conservare l’aratro completo più antico del mondo, risalente all’età del bronzo.

Il castello di Desenzano

Questo edificio è stato utilizzato per difendere la città durante il periodo delle invasioni barbariche e proprio per questo sorge in una posizione di dominio sul borgo.

Questa locazione gli deve la fama di “terrazza sul Garda” che lo rende uno dei motivi principali per visitarlo.

Il centro storico

questa parte della città, risalente al Cinquecento, è facilmente visitabile passeggiando per le vie della città. Qui si può trovare una piazza su cui si affaccia il palazzo del Provveditore e il monumento di S. Angela Merici.

Spostandosi sul lungolago è possibile vedere il monumento del generale Achille Papa, opera di Giancarlo Maroni noto anche per aver realizzato il Vittoriale di d’Annunzio.

Il palazzo Todeschini e il porto vecchio

Il porto risale al 1200, epoca in cui veniva utilizzato come mercato dei grani della Repubblica Veneta.

All’interno del porto, sulla darsena, è possibile vedere il Palazzo del Todeschi, utilizzato ora come palazzo Comunale. Questo edificio deve la sua particolarità alla “pietra dei disoccupati” utilizzata nel tempo in occasione delle condanne per fallimento.

Il duomo e l’ultima cena del Tiepolo

Il duomo è una delle più importanti testimonianze del Rinascimento.

Guardando la sua facciata è possibile notare elementi decorativi del Barocco e al suo interno è presente la Cappella del S.S. Sacramento dove è visibile l’ultima cena del Tiepolo.

La villa romana

Questo edificio è stato riportato alla luce solo nel 1921 ed è diventata ad oggi una delle più importanti ville tardo antiche dell’Italia settentrionale, grazie ai suoi 240 metri quadrati di mosaici policromi

MAPPA

LINK

GALLERIA

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: