LA VAL DI SCALVE

La Val di Scalve si trova nel bergamasco e proprio qui si trova la Diga del Gleno.

La Valle si colora con foglie dal tono sgargiante d’autunno: Giallo, rosso e arancio. Seguendo il sentiero 411 da Pianezza (fraz. di Vilminore Di Scalve) si raggiunge la diga del Gleno. Una diga che purtroppo rimanda a una triste storia.

IL SENTIERO 411 PER LA DIGA

Il sentiero per raggiungere la diga dura circa un’ora. Dal profilo facile, inizia con una mezz’ora in salita e infine i restanti chilometri su un sentiero piano e panoramico.

Della diga oggi in realtà non rimane altro che uno scheletro di cemento immerso nei boschi. Una lapide commemorativa ricorda ciò che avvenne la mattina del primo dicembre 1923.

LA DIGA

La diga, costruita tra il 1919 e il 1923 per produrre energia elettrica grazie all’ausilio dell’acqua, fu in realtà costruita senza rispettare le norme di sicurezza: Fu costruita una diga più grande rispetto al progetto iniziale e con materiale scadente (calcina invece di cemento).

Già nei primi mesi del 1923, poco dopo l’ultimazione della diga, erano evidenti delle perdite: premonitrici di ciò che accadde il primo dicembre 1923 alle ore 7,15. La diga crolla.

Interi villaggi furono rasi al suolo dalla potenza dell’acqua e del fango. Le vittime totali stimate furono 500.

OLTRE LA DIGA…

Nonostante la diga ci ricordi di un tristissimo capitolo della nostra storia, ciò che ne rimane si trova oggi nel mezzo del parco delle Orobie, in prossimità di un laghetto, là dove in passato sorgeva il bacino della diga.

Qui potrete godervi la bellezza della montagne bergamasche, magari gustando un buon panino. Trovate un piccolo bar in prossimità del laghetto.

GALLERIA

MAPPA

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.