Ricette,  Ricette Lombarde,  Sondrio

Sciatt della Valtellina

Storia degli Sciatt

Gli sciatt sono un piatto tipico della Valtellina.

La parola sciatt  vuol dire rospo in dialetto valtellinese ma, nonostante il referimento all’anfibio, sono delle frittelline tonde, croccanti e con cuore di formaggio fuso che solitamente vengono servite servite su letto di cicoria.

Gli sciatt sono originari del solo paese di Teglio, ormai però vengono considerati una specialità dell’intera valle.

Ingredienti

  • 300 g di farina di grano saraceno
  • 200 g di farina grano tenero tipo 00
  • 300 g di formaggio Casera (giovane, non stagionato)
  • 2 cucchiai di pane grattugiato
  • 1 bicchierino di grappa (non essenziale)
  • birra (fondamentale: è il segreto dell’impasto che si gonfia come un Krapfen)
  • olio per friggere (extra vergine d’oliva, evitare oli di semi)
  • un pizzico di lievito

Preparazione

  1.  Impastare la farina di grano saraceno unendo la farina bianca con la birra, il lievito e la grappa in modo da ottenere una pastella, che dovrà lievitare per circa mezz’ora . Unite poi il pane grattugiato con formaggio tagliato a dadini, un pizzico di lievito e la grappa. 
  2. Versare l’olio in una pentola capiente e portarlo a frittura, versare, utilizzando un cucchiaio, po’ di impasto con all’interno un po’ di cubetti di formaggio casera. Fate poche “palline” alla volta in modo che non si attacchino insieme.
  3. Cuocere l’impasto fino a che si sia gonfiato e colorito.  Una volta scolati saranno pronti per essere servitii su un letto di cicoria condita.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: