Da Domodossola a Santa Maria Maggiore (VB) con il Trenino della ferrovia Vigezzina – Centovalli

Da Domodossola a Santa Maria Maggiore (VB) con il Trenino della ferrovia Vigezzina – Centovalli

IL TRENO DELLE CENTOVALLI

Il treno Vigezzina – Centovalli percorre la tratta da Locarno (CH) a Domodossala (VB) e viceversa.

Ben 52 km tra boschi di conifere e latifoglie, tra montagne e valli, tra cascatelle e ruscelli. Il tratto è percorribile (salvo grosse nevicate) in tutte le quattro stagioni. In inverno tra la neve, in autunno tra il fogliame variopinto e in primavera/estate nel pieno risveglio della natura. Ogni stagione vi restituirà un’emozione e un paesaggio diverso.

IL VIAGGIO

Il piccolo treno blu restituisce panorami mozzafiato man mano che risale i pendii e le vallate. Attraversa ben ottantatré ponti e viadotti, arrivando a una pendenza massima del 60 %. La frequenza dei trenini è di circa uno all’ ora, con una capienza di circa un centinaio di persone. (Info: www.centovalli.ch / www.vigezzina.com)
E’ possibile prendere il biglietto per qualunque delle stazioncine intermedie tra Domodossola e Locarno, da alcune delle quali partono itinerari per raggiungere le diverse cime che toccano anche i 2000 metri di quota. In zona Prestinone si trova anche una funivia che conduce sino alla Piana di Vigezzo. Noi, però, abbiamo deciso, visto l’approssimarsi del periodo natalizio, di fermarci a Santa Maria Maggiore : Borgo famoso, tra l’altro, per i suoi pittoreschi mercatini di Natale.

SANTA MARIA MAGGIORE

Santa Maria Maggiore è la stazione più alta del percorso delle Centovalli. Ubicata a 836 m. sul livello del mare, in provincia del Verbano-Cusio-Ossola, è il centro abitato più caratteristico della Val Vigezzo. La Val Vigezzo è una delle Valli dell’Ossola tra Alpi Lepontine e Lago Maggiore. Il borgo è incastonato tra le cime Pioda di Crana (2430 m), Pizzo la Scheggia (2466 m) e Pizzo Ruggio (2289 m). In lontananza è possibile scorgere anche il celebre Monte Rosa, a cavallo tra il territorio italiano e quello svizzero. Vicino al borgo scorre il fiume Melezzo Orientale che attraversa la Valle Vigezza e infine raggiunge le Centovalli (CH).

EVENTI

Territorio di confine, Santa Maria Maggiore, richiama visitatori sia dalla Svizzera che dall’ Italia, grazie anche al collegamento ferroviario di cui abbiamo accennato. Il borgo è noto, in particolare, per due eventi: I Mercatini di Natale, nel periodo del ponte dell’Immacolata, e il Raduno Internazionale degli Spazzacamino nella prima settimana di settembre. Qui è nata anche la famosa acqua di colonia.

MUSEO INTERNAZIONALE DELLO SPAZZACAMINO

Si tratta di un piccolo borgo, ma che vanta una certa importanza di eventi… e di storia.

Il paese ricostruisce parte della sua storia in un piccolo museo nel centro storico, che vi consigliamo sicuramente di visitare : Si tratta del Museo Internazionale dello Spazzacamino. All’ interno dell’antica dimora storica settecentesca Villa Antonia, dietro la chiesa parrocchiale, si narra uno dei più antichi mestieri della zona. Una storia interessante ma a tratti malinconica. Tra il 1800 e il 1960 (quando ormai gli obsoleti caminetti vennero in parte soppiantati da più moderne stufe) tra i borghi della valle Vigezzo, molti ragazzi dall’ età dei 6 anni vennero arruolati da signorotti senza scrupoli per diventare spazzacamino in giro per l’Europa. Molte famiglie, povere e numerose, accondiscendettero volentieri a lasciare parte della propria prole nelle mani di questi loschi individui, così da poter avere una bocca in meno da sfamare nel periodo tra Settembre e Aprile. (Anche nel periodo natalizio i ragazzi rimanevano lontani da casa!)

Le famiglie, però, allora erano, solo in parte, a conoscenza delle misere condizioni che aspettavano i loro figlioli: Costretti al digiuno, a vivere in ambienti malsani, a rischio malattie a causa di fatica e fuliggine. Tra queste vallate si cantano ancora antichi canti popolari con protagosti gli spazzacamino : Nostalgiche melodie verso l’affetto perduto della mamma e verso la terra natia. Molti spazzacamino si persero nell’ alcol e nel gioco d’azzardo; Alcuni riuscirono a riscattarsi, come Maurice Gaurin, primo vincitore del Tour de France.

LUOGHI D’INTERESSE

Nel borgo vi invitiamo a visitare anche la chiesa parrocchiale di Maria Santissima Assunta, che svetta nel centro del paese con il suo campanile millenario;

Il coloratissimo vecchio municipio (detto Casa Mandamentale) sempre su piazza del Risorgimento, che originariamente fu sede del Pretore della Valle Vigezzo, poi sede del consiglio comunale, ora sede di mostre indette dal comune di Santa Maria Maggiore.

GASTRONOMIA

Quale migliore modo per terminare una visita in un luogo se non assaporando le specialità del posto? Nella visita per le viuzze colorate del borgo, non trascurate quindi la gastronomia locale: salumi, formaggi, Stinchett (sfoglia a base di acqua e farina da assaporare come spuntino durante la vostra passeggiata) oppure il dolce dedicato ai nostri vecchi amici spazzacamino (“Mattonella dello spazzacamino”, impasto alla gianduia con cioccolato e crema di nocciola).

Se questo nostro articolo vi è piaciuto, vi invitiamo ad appuntarvi di fare una visita tra queste vallate nel periodo tra Settembre e Dicembre e scoprirete sapori, paesaggi e luoghi antichi…

Galleria

Mappa

Paola

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: