Clanezzo: Un borgo tra due ponti

Il borgo medievale di Clanezzo sorge sulle rive del fiume Brembo in provincia di Bergamo, vantando una posizione strategica che ne fece la sua fortuna. Per raggiungere i suoi famosi ponti, abbiamo parcheggiato la nostra macchina in prossimità del nuovo ponte carrabile per poi discendere le scalinate ed immergerci in quello che sembra un antico scenario medievale. Un’atmosfera resa ancora più affascinante dal clima uggioso invernale.

Scendendo la scalinata, vi renderete subito conto che i ponti sul fiume sono in realtà due: uno in pietra e l’altro sospeso.

Il primo ha il nome di Ponte di Attone poiché costruito dall’omonimo conte di Lecco in prossimità dell’antica dogana, dove in passato venivano fatti pagare i dazi a coloro che arrivavano qui via fiume con il traghetto.

Il secondo ponte invece è più recente. E’ stato costruito a fine ‘800 da Vincenzo Beltrami, allora proprietario del castello, su ispirazione dei ponti tibetani. Questo nuovo ponte sospeso (“o che balla”) servì per favorire gli spostamenti tra le sponde dopo l’eliminazione del traghetto. Trattasi di un ponte sospeso di m 74,40 di portata massima di 100 persone. Fateci un giro e lasciatevi “cullare” dal suo movimento oscillante! 🙂

Cosa vedere di altro a Clanezzo? Situato all’imbocco con la Val Brembana, Clanezzo (oggi comune di Ubiale Clanezzo) è stato abitato sin dall’antichità. Forse anche grazie alla sua vicinanza all’antica Lemine (oggi Almenno, vedi articolo : https://www.noilombardia.com/percorso-del-romanico-degli-almenno/) e con il fiume Brembo.

Da vedere oltre ai due ponti, vi segnaliamo il bel castello di Clanezzo (anch’esso risalente al periodo medievale), la Chiesa dei Santi Bartolomeo e Bernardino e infine la Chiesa Parrocchiale di San Gottardo.

GALLERY CLANEZZO

 

Potrebbero interessarti anche...

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: