In tour tra i borghi della Valsassina con 13POINTSTOUR: Cremeno e Barzio

IN TOUR TRA I BORGHI DELLA VALSASSINA

La Valsassina è sicuramente una delle valli del lecchese più facilmente raggiungibile da Milano ed hinterland. La valle è quindi tutt’ora meta privilegiata degli amanti della montagna in tutte le stagioni. Anche grazie agli impianti di risalita come i Piani di Bobbio, Piani di Artavaggio, Piani d’Erna e Pian delle Betulle che la rendono una meta sciistica alla portata di tutti. Inoltre la valle si presta anche a bei trekking estivi e pensa anche agli amanti della bicicletta. La Valsassina, infatti, è attraversata da una ciclopedonale che va da Barzio a Taceno, lungo la quale potrete ammirare la celebre cascata dello Sprizzottolo.

In questo articolo, però, non vi parleremo delle funivie, della ciclopedonale o dello sci che si può praticare in Valsassina. Ci piace, invece, concentrarci sui caratteristici borghi della valle che hanno saputo stupirci con il loro fascino antico.

CREMENO

Cremeno, uno dei primi borghi della Valsassina a 792 m s.l.m., è di origine romana, in particolar modo ebbe origine come luogo di passaggio tra Milano e il Passo Spluga (detta “Via Spluga”). Nel periodo del Ducato di Milano, Cremeno fece parte insieme a Barzio, Maggio, Moggio e Cassina Valsassina della squadra del consiglio, di cui era anche capoluogo. Si trattava di una delle suddivisioni amministrative medievali durata fino all’800, creando delle interconnessioni importanti tra questi borghi. Di interesse artistico-storico, potrete visitare a Cremeno, l’Oratorio di San Rocco (dedicato al santo che salvò Cremeno dal colera), Piazza del Consiglio (dove si prendevano le decisioni importanti del borgo) e Piazza Europa (il cuore del borgo). A Cremeno trovate anche numerosi castagneti pubblici, dove in autunno potrete raccogliere tantissime castagne!

CONCENEDO (fraz. di Barzio)

Si tratta di una frazione di Barzio, posta a 919 m s.l.m. E’ un bellissimo borgo ancora legato alle tradizioni montane antiche. Sicuramente è un piacere perdersi per le sue viuzze. Vedrete come il borgo sembra ancora legato a un passato contadino. C’è ancora il lavatoio funzionante, dove noi abbiamo approfittato per abbeverarci. Altri monumenti degni di interesse sono la Chiesa della Beata Vergine Assunta e la Fontana di San Carlo. Anche intorno a Concenedo, troverete numerosi castagneti, da dove raccogliere le castagne in autunno!

BARZIO

Barzio è probabilmente uno dei borghi più conosciuti della Valsassina, anche perché da qui partono gli impianti di risalita per i Piani di Bobbio. Noi però abbiamo avuto l’occasione di perderci per le sue viuzze. Nel borgo trovate numerosi palazzi degni di nota, come Palazzo Manzoni (che fu proprietà della famiglia del celebre scrittore lecchese), Villa Rosso (dove soggiornava lo scultore Medardo Rosso) e le altre ville ottocentesche dallo stile Liberty. Una curiosità: Dalla parte alta del paese, inoltrandovi tra le viuzze, potrete ammirare il panorama sulle Grigne. Grignetta e Grignone infatti vegliano dall’alto su Barzio e il resto della Valsassina. 

COME VISITARE I BORGHI DELLA VALSASSINA?

Per poter conoscere e “assaporare” al meglio, Cremeno e Barzio sicuramente vi consigliamo di prendere parte a un tour. I nostri amici di 13POINTSTOUR hanno ideato un modo molto particolare per scoprire la valle. Si tratta di un percorso di 5 km diviso in 13 tappe, ognuna con un enigma da risolvere e che vi porterà a conoscere un nuovo aspetto del territorio in cui vi trovate. E poi in autunno si aggiunge una sfida molto deliziosa…. la raccolta delle castagne nei castagneti di Cremeno.

Per ulteriori informazioni, vi invitiamo a visitare il sito web di 13POINTSTOUR!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: