Itinerari,  Itinerari lombardi,  Lecco

Piani dei Resinelli – Rifugio Rosalba

Partenza del sentiero

Una volta lasciata l’auto in uno dei numerosi parcheggi che sono disponibili sui Piani dei Resinelli, si prendere la via che sale alla destra della chiesetta, Via alla Carlanta e  si proseguire in via del Ram esattamente in via del Ram 29 c’è il bivio dal quale comincia il sentiero.

In corrispondenza del bivio prima citato vi è un cartello che indica la durata per raggiungere il Rifugio Rosalba (circa 2 ore ).

Imboccata la via alle Foppe, dopo qualche centinaio di metri, si trova sulla destra un cartello che indica il sentiero numero 9 e il rifugio Rosalba.

La salita

All’inizio il sentiero si snoda tutto all’ombra degli alberi con qualche tratto più impegnativo che richiede maggiore sforzo.

Il tratto iniziale termina dopo qualche centinaio di metri, quando la vegetazione diventa più rara il percorso si fa più difficile e accidentato. lo sforzo richiesto è più intenso e anche l’attenzione da prestare in alcuni passaggi deve essere maggiore, in compenso il panorama che offre questo itinerario ripaga della fatica.

Usciti dal bosco si arriva dove la montagna è più brulla e selvaggia, alte formazioni rocciose che molti chiamano “Guglie” dominano il paesaggio.

L’ultima parte prima del rifugio

L’arrivo agli speroni rocciosi corrisponde con l’inizio dell’ultima parte del percorso verso il Rosalba, la salita è accentuata e il fondo composto da piccoli sassi e polvere può risultare scivoloso, soprattutto dopo lunghi periodi secchi, è necessario prestare attenzione specialmente durante la fase di discesa.

Dopo aver percorso un primo tratto quasi rettilineo vi è l’ultima parte che sale a tornanti.

Al termine dell salita si trova il rifugio .

GALLERIA

 

MAPPA

Click title to show track
test.gpx

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: